1-555-555-555

Le Fattorie Sociali in Calabria

In Calabria, si ritrovano interessanti esperienze di agricoltura sociale che, sebbene non numerose e distribuite in maniera puntiforme sul territorio, presentano un discreto dinamismo ed aspetti innovativi, poiché incentrati su un’agricoltura capace di produrre reddito e contemporaneamente generare benessere.

L’Agricoltura Sociale rappresenta un possibile e reale strumento di risposta  ai bisogni crescenti della popolazione, sia  dal punto di vista sociale, economico e ambientale, sia dal punto di vista dell’ offerta di servizi socio-sanitari e socio-lavorativi. Può diventare  un  modello efficace ed innovativo di sviluppo territoriale,  partecipativo, relazionale e di servizio alle comunità, in quanto mira a riunificare bisogni, identità e tutele  per tutti i cittadini, indipendentemente dalle loro abilità, attribuendo valore al lavoro, non solo come fonte di reddito individuale, ma anche come elemento fondante di una società inclusiva,  sostenibile,  equa e solidale.

In Calabria,  si ritrovano interessanti esperienze di agricoltura sociale che,  sebbene non numerose e distribuite in maniera puntiforme sul territorio,   presentano un discreto dinamismo ed aspetti innovativi, poiché incentrati su un’agricoltura capace  di produrre reddito e contemporaneamente  generare benessere.  Le motivazioni che hanno portato alla nascita di tali realtà  muovono, infatti,  da forti spinte ideali  tese a  privilegiare il valore etico e  la sostenibilità economica, sociale ed ambientale dell’agricoltura.

La fattoria sociale si può definire  pertanto,  come  un’azienda agricola  che integra  l’attività produttiva con l’offerta di  servizi socio-sanitari, educativi e di inserimento lavorativo, con l’obiettivo di migliorare le condizioni di vita di soggetti svantaggiati e  di fasce deboli della popolazione,    creando contemporaneamente  nuove forme di welfare  per tutta la comunità locale e per l’intero territorio.

 Le  attività che si possono svolgere nell’azienda agricola sociale, si  raggruppano  nelle seguenti tipologie:

  • inserimento socio-lavorativo: rivolto a  persone con disabilità e/o svantaggio sociale (portatori di handicap, ex alcolisti e/o ex tossicodipendenti, ex detenuti, immigrati, donne in difficoltà,   minori con problematiche di vario genere in età lavorativa ecc. ) inseriti in progetti di riabilitazione e sostegno sociale (tirocini formativi, borse lavoro, percorsi formativi ecc.)
  • attività sociali e di servizio: sono rivolte alle comunità locali e  mediante l’utilizzazione delle risorse  dell’agricoltura, promuovono la realizzazione   di servizi utili per la vita quotidiana, attività assistenziali e attività ricreative ( centri diurni, centri ricreativi per anziani, agrinido/agriasilo,  turismo sociale, manutenzione del verde ecc,);
  • terapia e riabilitazione: prestazioni e servizi che affiancano e supportano le terapie mediche, psicologiche e riabilitative finalizzate a migliorare le condizioni di salute e le funzioni sociali, emotive e cognitive di soggetti con handicap fisico e/o mentale ( percorsi terapeutici e riabilitativi con piante e animali);
  • educazione: attività didattica finalizzata all’educazione ambientale e alimentare, alla salvaguardia della biodiversità, nonché alla diffusione della conoscenza del territorio; attività culturali e ricreative per far riscoprire ai cittadini valori e tradizioni contadine (campi di impegno e formazione, alternanza scuola lavoro, percorsi didattici rivolti a bambini e/o ragazzi delle scuole primarie e secondarie, attività culturali e ricreative rivolte ad adulti ecc).

Le Fattorie Sociali in Calabria

Mappa Fattorie Sociali in Calabria

© 2020 - 2021 Arsac

Translate »
error: Contenuto protetto