Biodiversità: il fagiolo “Monachella” dell’Alto Lametino – Reventino

Il fagiolo “Monachella”, conosciuto anche come ”Suraca Monachella”, è un ecotipo della specie Phaseolus vulgaris L. che si coltiva nel territorio dell’Alto Lametino -Reventino  

Nel panorama degli ecotipi locali di fagiolo nell’area Alto Lametino spicca per le sue caratteristiche e peculiarità il fagiolo “MONACHELLA” volgarmente detto ”Suraca Monachella”

Sinonimi: Suraca Quarantina. Viene detta “quarantina” in quanto la fioritura avviene dopo circa 40 giorni dalla semina.

AREALE DI COLTIVAZIONE

L’area di coltivazione del fagiolo Monachella ricade nel comprensorio dell’Alto Lametino e precisamente nei territori dei comuni di: Decollatura, Carlopoli, San Pietro Apostolo e Serrastretta.  Tali territori si caratterizzano per la presenza di importanti sorgenti d’acqua che soddisfano le esigenze idriche della specie. I terreni sono di buona fertilità, profondi, irrigui e mediamente pianeggianti senza ristagni idrici, posti ad un’altitudine media di 750-850 metri slm. Il clima è quello tipico delle aree interne della Calabria che consente al fagiolo di fruttificare e fornire un prodotto con particolari proprietà organolettiche.

EPOCA DI SEMINA

Si semina appena la temperatura è conveniente, comunque non prima della fine di maggio – prima decade di giugno. Possibilmente con la luna vecchia, riferiscono vecchi produttori locali, altrimenti si ha un eccessivo sviluppo vegetativo a discapito della produzione.  In passato veniva anche seminato dopo la mietitura dei cereali: si procedeva ad un’abbondante irrigazione, si praticavano delle piccole buche tra le stoppie, si interravano leggermente i semi e si ottenevano così i fagiolini nel mese di settembre.

CARATTERISTICHE

Il Fagiolo Monachella è una pianta rampicante con fusto volubile che necessita di sostegni e che raggiunge e supera, in condizioni di buona fertilità del terreno, i 2,5  metri d’altezza. La foglia è grande a forma di cuore allungato ed il fiore è di colore bianco. Il fagiolino è di media lunghezza di colore verde uniforme, senza fili (scilazzi). A maturazione cerosa il baccello presenta una colorazione bianco-crema e contiene mediamente 5-6 semi. Il seme di media grandezza, presenta una macchia grigio – nocciola in prossimità dell’ilo ben marcata sulla colorazione fondamentale che è bianca. La forma del seme può essere: globosa o leggermente allungata

Continua a leggere Biodiversità: il fagiolo “Monachella” dell’Alto Lametino – Reventino

 

Visita il territorio del Savuto e Reventino

 

 

Condividi

Twitter
Telegram
WhatsApp
Facebook

Multifunzionalità agricola in Calabria

Translate »
error: Contenuto protetto